Ricette Tradizionali Toscane

“Le ricette dei nostri amati nonni toscani”

TERAPIA E CECI

Ingredienti ....

 

Preparazione:

"Questa l'è la pietanza assai dura da digerire, ma, essendo appetitosa la garba anche alle Signore".

Nelle fredde giornate invernali, non disdice, di poterlo digerire con un ponce alla livornese dinanzi ad un bel ceppo.

Abbiate pronto un chilo di ceci: rammolliteli tenendoli per due giornate in un catino coperti d'acqua alla quale avrete aggiunto un cucchiaino colmo di sale.

Giunto il giorno, procurate una testa piccina di maiale, levategli gli occhi e buttate la mascella con il suo carico di denti.

Non scordando che è pur sempre un maiale, lavate tutto per bene, sotto all'acqua corrente.

Tre ore prima del mezzodì, mettete a fuoco, nel tegame più capace, un cucchiaio pieno di burro; fatelo imbrunire; aggiungete poi un gambo di sedano, tre carote e mezza cipolla, tutto trito assai fine e, dopo cinque minuti, anche tre pomodori tagliati a grossi pezzi e mondati dei semi e dalla buccia

Dopo che questa roba sarà rosolata, aggiungete anche i ceci scolati; copriteli d'acqua; e lasciate tutto lentamente bollire per poco più di un'ora senza mai rimestare.

Quando sentirete, fra le dita, che per l'infusione e la bollitura, i ceci sono già ben rammolliti, mettete nel tegame anche la testa, giusto sale, poco pepe, parecchia acqua bollente fino a che tutto sia ben ricoperto, e lasciate lentamente e continuamente bollire per ancora più di un'ora , ricordando che ogni rimescolamento e' male e fa danno e che si deve aggiungere, qualora sa necessario, acqua, solo e sempre abbollore.

Servite tutto insieme con l'aggiunta di un po' d'olio se necessario.

È un piatto antico e anche nella descrizione della ricetta ci si è voluti rifare a un linguaggio, diciamo così "artusiano".

 

commenti
contatti