Ricette Tradizionali Toscane

“Le ricette dei nostri amati nonni toscani”

PANFORTE DI SIENA

Ingredienti :

mandorle dolci (sgusciate): gr. 300
gherigli di noce: gr 200
zucchero al velo: gr. 200
fichi secchi: gr. 150
miele raffinato: gr. 150
cedro candito: gr. 150
zucca candita: gr. 150
scorza di popone candita: gr. 150
nocciole (sgusciate): gr. 150
cacao dolce: gr 50
cannella in polvere: gr. 15
droghe in polvere (garofano,
pepe bianco, macis e coriandolo): gr. 15
ostie (sufficienti per foderare lo stampo)

 

Preparazione:

Scottare le mandorle e i gherigli di noce in acqua in ebollizione, poi pelarli, triturarli e metterli ad asciugare nel forno. Porre in forno anche le nocciole e quando saranno ben tostate metterle su di un setaccio di ferro: con la mano aperta strofinarle, togliendo loro la pellicina bruciacchiata; quando saranno ben pulite triturare anch'esse grossolanamente.

Versare tutto in una ciotola. Tagliuzzare la frutta candita ed i fichi, poi unirli all'altra frutta. Cospargere con il cacao, le droghe e la metà della cannella: mescolare.

Versare il miele in un "polsonetto" (recipiente di rame non stagnato, con fondo concavo), unire gr. 175 di zucchero al velo e con una spatola lavorarli bene; porre il recipiente sul fuoco e lasciarvelo sino a quando prendendo un poco di composto fra le dita e strofinandolo si formerà come una pallina dura.

Levare il recipiente dal fuoco e unire tutta la frutta, incorporandovela perfettamente. Foderare con le ostie uno stampo largo e basso, con bordo apribile (per farvi stare aderenti le ostie al bordo, imburrano); versarvi poi il composto e livellarlo bene. Mettere il e "panforte" in forno di basso calore e lasciarvelo per circa 30 minuti.

Quando sarà cotto farlo raffreddare, poi spolverizzarlo con il rimanente zucchero al velo e la cannella in polvere. Conservarlo in luogo asciutto sino al momento di servirlo.

È il principe dei dolci natalizi toscani. Una volta lo facevano tante pasticcerie anche fuori Siena. Oggi è ottimo anche quello prodotto dalle molte industrie dolciarie della città del Palio.

 

commenti
contatti